I giocatori, gli allenatori, i dirigenti passano. I TIFOSI NO!
Avatar
Di: sciancarildo
#197340 La Vecomp è talmente scarsa che è bastato aggredirli per 15 minuti per fargli 2 gol e creare almeno altre 2 palle gol nettissime (Brignani di testa e Zerbin sulla traversa). Il problema è che negli altri 75 minuti li abbiamo aspettati.
Stendo un velo pietoso su Franco, sulla sostituzione di Zerbin, sul fatto che non corriamo e che siamo disorganizzati sia in attacco che in difesa, che tanto sono le stesse cose che scrivo da inizio campionato.

sottolineo una cosa che abbiamo sistematicamente sia a Vis che ieri e che probabilmente stiamo facendo da inizio campionato solo che non me ne ero accorto così chiaramente.
Dietro, anche a difesa schierata, lasciamo sempre l'attaccante uno contro uno.

MIgliore in campo Valeri.
lo sarebbe stato per impegno e qualità di gioco anche senza gol e rigori procurati.
benino Zerbin e Zampano, più per impegno che per qualità di gioco.

tra il malino (Rosaia e Mbutic) ed il disgusto (Franco Sabato Marson) tutti gli altri
Avatar
Di: doctor77
#197341
sciancarildo ha scritto:La Vecomp è talmente scarsa che è bastato aggredirli per 15 minuti per fargli 2 gol e creare almeno altre 2 palle gol nettissime (Brignani di testa e Zerbin sulla traversa). Il problema è che negli altri 75 minuti li abbiamo aspettati.
Stendo un velo pietoso su Franco, sulla sostituzione di Zerbin, sul fatto che non corriamo e che siamo disorganizzati sia in attacco che in difesa, che tanto sono le stesse cose che scrivo da inizio campionato.

sottolineo una cosa che abbiamo sistematicamente sia a Vis che ieri e che probabilmente stiamo facendo da inizio campionato solo che non me ne ero accorto così chiaramente.
Dietro, anche a difesa schierata, lasciamo sempre l'attaccante uno contro uno.

MIgliore in campo Valeri.
lo sarebbe stato per impegno e qualità di gioco anche senza gol e rigori procurati.
benino Zerbin e Zampano, più per impegno che per qualità di gioco.

tra il malino (Rosaia e Mbutic) ed il disgusto (Franco Sabato Marson) tutti gli altri



La traversa l'ha presa Zecca.
Che nel primo tempo, schierato a sinistra, ha fatto poco o nulla.
Un po meglio nella ripresa (ma fare peggio del primo tempo era impossibile)
Peggiore in campo: Maddaloni
Avatar
Di: flavio_fimbria
#197345
sciancarildo ha scritto:
flavio_fimbria ha scritto:Vorrei aggiungere una nota di conforto, le prossime sono Carpi, Triestina, Piacenza e Padova.


4sconfitte?


sulla carta sì, anche se nel calcio non si può mai sapere. La cosa preoccupante è che dopo oltre un girone ci si incaponisce con lo stesso modo di giocare, con quei passaggi orizzontali senza senso, perchè ci rendono prevedibili e lenti. I giocatori sembrano cercare di applicare sempre la stessa lezione in campo, più preoccupati di unire i puntini che di inventarsi qualcosa, al limite personale ma almeno sorprendente. Borello fa ricami che non portano a niente, Butic non segnerà ma se ogni volta deve sempre aspettare la palla con ricevuta di ritorno farà sempre fatica a trovarsi nella giusta situazione in area. Zerbin è bravino, ha lo scatto in canna, ma sembra tenere la piscia per non rischiare di andare in verticale in una squadra che avanza come stesse giocando a rugby, con la paura di fare un avanti. Riusciamo a non arrivare mai in area e a farci trovare ugualmente sbilanciati, con il rischio sempre incombente di sontuose cappelle, che alla lunga abbattono il morale e portano sfiducia nei propri mezzi. Mah
Avatar
Di: sciancarildo
#197346
flavio_fimbria ha scritto:
sciancarildo ha scritto:
flavio_fimbria ha scritto:Vorrei aggiungere una nota di conforto, le prossime sono Carpi, Triestina, Piacenza e Padova.


4sconfitte?


sulla carta sì, anche se nel calcio non si può mai sapere. La cosa preoccupante è che dopo oltre un girone ci si incaponisce con lo stesso modo di giocare, con quei passaggi orizzontali senza senso, perchè ci rendono prevedibili e lenti. I giocatori sembrano cercare di applicare sempre la stessa lezione in campo, più preoccupati di unire i puntini che di inventarsi qualcosa, al limite personale ma almeno sorprendente. Borello fa ricami che non portano a niente, Butic non segnerà ma se ogni volta deve sempre aspettare la palla con ricevuta di ritorno farà sempre fatica a trovarsi nella giusta situazione in area. Zerbin è bravino, ha lo scatto in canna, ma sembra tenere la piscia per non rischiare di andare in verticale in una squadra che avanza come stesse giocando a rugby, con la paura di fare un avanti. Riusciamo a non arrivare mai in area e a farci trovare ugualmente sbilanciati, con il rischio sempre incombente di sontuose cappelle, che alla lunga abbattono il morale e portano sfiducia nei propri mezzi. Mah


dopo questa è ufficiale, sei un mio doppio nick a mia insaputa :D

che poi in realtà quello che hai scritto a me sembra sotto gli occhi di tutti.
in tutte le interviste / articoli di giornale però dicono che il Cesena ha una identità di gioco ben definita, che il gioco c'è ed è una base solida su cui ripartire, che i risultati che non arrivano sono dovuti alla poca esperienza dei giovani che commettono errori individuali e sta cosa mi sbarella abbastanza.
Avatar
Di: flavio_fimbria
#197347
dopo questa è ufficiale, sei un mio doppio nick a mia insaputa :D


non direi, :) , semmai sono le analisi che scrivi tu che sono molto più lucide di tanti articoli. Probabilmente sui giornali, fatta la tara a tutti gli accomodamenti che i giornalisti devono affrontare per forza di cose, siamo ancora alla fase della negazione della realtà, sperando di non arrivare a quella del si salvi chi può se dovessero esserci veramente quattro sconfitte di fila.
Poi la lettura può sempre essere duplice: l'identità di gioco c'è? si, ma è fallimentare; i giovani fanno cazzate per inesperienza? si, ma se ci costano una sconfitta ogni volta vuol dire che la costruzione della squadra (ricordiamoci che abbiamo mandato a cagare due attaccanti da 20 gol ciascuno per seguire la " linea verde" ) è stata sbagliata
Insomma, meno filosofia è più concretezza
Non mi ricordo mai il nome di quel giovane che alla prima partita in casa di Bisoli in B con il Cittadella(1-0) ci ha lasciato la gamba per salvare il risultato e si è compromesso la carriera: ecco non mi aspetto tanto da questi, ma nemmeno un "passo la palla solo in orizzontale perchè me l'ha detto il Mister"