Pagina 33 di 33

Re: Rompere il cazzo è un'arte.

MessaggioInviato: lun 11 mar 2019 08:38
di sciancarildo
jalucchi ha scritto:"Se hai bisogno di credere in ciò che hai scritto per vivere meglio, non sarò certo io ad impedirti di farlo."


marco20miglia ha scritto:Adoperi lo stesso sprezzante modus operandi del porro, senza aver dimostrato per ora lo stesso spessore . Modera i termini e sii più rispettoso dell'interlocutore.


dissento; a me sembra che jalucchi abbia pienamente dimostrato di avere lo stesso spessore del porro. anzi al momento, dato che non ha avuto ancora nessun deferimento, lo considero di uno spessore leggermente superiore.

Re: Rompere il cazzo è un'arte.

MessaggioInviato: lun 11 mar 2019 17:17
di pik
parliamo di micron

Re: Rompere il cazzo è un'arte.

MessaggioInviato: lun 11 mar 2019 23:49
di Il Troll
Di quale spessore era dotato il porro?
Pugni in culo e via andare.....

Re: Rompere il cazzo è un'arte.

MessaggioInviato: ven 15 mar 2019 12:02
di sciancarildo
https://www.valigiablu.it/moderazione-f ... -problemi/

va a finire che prossimamente bismark e jalucchi ci accuseranno di soffrire di stress post traumatico e attacchi di panico dovuti alla capziosità e rankorosità dei contenuti che sono costretti a moderare su "il cesena siamo noi".

bis e ja numerose pacche sulle spalle da parte mia come ringraziamento per il vostro egregio e GRA TUI TO impegno. :-CD-:

Re: Rompere il cazzo è un'arte.

MessaggioInviato: mar 04 giu 2019 13:21
di sciancarildo
2. Salutiamo con riconoscenza Beppe Angelini e prepariamoci a vivere una C ricca di incognite e di prime volte, con una domanda fondamentale: chi comanda in casa bianconera?

Dopo Bismark anche il capziosissimo Severi tira in ballo la Cricca

Re: Rompere il cazzo è un'arte.

MessaggioInviato: mar 04 giu 2019 16:00
di nafasto
cos'è, adesso siamo come il prezzemolo?

Re: Rompere il cazzo è un'arte.

MessaggioInviato: mar 02 lug 2019 16:47
di Il Troll
Buonasera a tutti e ben ritrovati.
Il pagliaccio bismark67 ha colpito ancora: il suo astio e la sua pochezza intellettuale hanno decretato la fine della goliardia.
Ma non potrà essere uno stupido censore senza materia grigia a fermare la nostra voglia di divertirci!