Tutte le vecchie discussioni, congelate per sempre.
Avatar
Di: piadina
#12889 Visto il caos di questi giorni (biglietti nominativi ecc) mi sembra giusto mettere il decreto Pisanu sulle norme antiviolenza:

Viminale: la nuova normativa sulla sicurezza negli stadi
Sono stati varati lunedì 6 giugno, tre decreti amministrativi che introducono sostanziali novità sulla sicurezza negli stadi. Firmati dai ministri dell'Interno Giuseppe Pisanu, dei Beni Culturali Rocco Buttiglione e dell'Innovazione Tecnologica Lucio Stanca, i decreti entreranno in vigore dal prossimo campionato di calcio a completamento delle norme già previste dal decreto legge 28 del 2003. Il "pacchetto" presentato al Viminale comprende anche un protocollo d'intesa tra il Governo e i vertici del calcio: il presidente del Coni Gianni Petrucci, il segretario generale Raffaele Pagnozzi, il presidente della Figc Franco Carraro, insieme ai rappresentanti delle leghe calcistiche e al presidente dell'Anci Leonardo Domenici, si sono impegnati ad assumere "responsabilità più ampie e a contribuire nel lavoro di prevenzione e contrasto delle azioni di violenza". Le sostanziali novità introdotte dai decreti riguardano:

* Biglietti nominali: per impianti al di sopra dei 10mila spettatori (4.000 se al chiuso) i biglietti dovranno essere "nominativi, numerati e abbinati a un posto a sedere" e avranno il "regolamento d'uso dell'impianto. La responsabilità dell'emissione e della vendita sarà delle società sportive che dovranno dotarsi di "sistemi informatizzati che consentano la registrazione di dati, la verifica elettronica del biglietto, l'anticontraffazione e gli eventuali passaggi a persone diverse dall'acquirente". Inoltre il giorno della partita, sarà vietata la vendita dei biglietti "nell'area di servizio esterna dell'impianto sportivo".
* Videosorveglianza: definita dal Viminale "di assoluto rilievo", soprattutto per quanto riguarda l'applicazione della normativa relativa la "flagranza differita". Gli apparati dovranno essere realizzati dalle società che utilizzano l'impianto e saranno gestiti "da una sala apposita ospitata nel centro radio per la sicurezza delle manifestazioni sportive, coordinato dal funzionario di Ps dirigente del servizio di ordine pubblico". Prevista anche "la registrazione completa dell'evento sportivo".
* Sicurezza impianti: riguarda la misura organizzativa e logistico-amministrativa per rendere più sicuri gli stadi e, in particolare, la separazione dal campo di gioco dalle tribune e la presenza di steward sugli spalti. Il provvedimento del Viminale introduce il concetto di "stadio polifunzionale", disciplina il "sistema delle aree di sicurezza per la realizzazione del prefiltraggio e filtraggio degli spettatori. Inoltre viene introdotta una norma che il ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu ha sottolineato, ribadendo la necessità di "impegnare le società di calcio ad assumere responsabilità più ampie per contribuire a prevenire e contrastare la violenza".


Pubblichiamo, per completezza di informazione, i decreti e il protocollo d'intesa in versione integrale:

http://www.poliziadistato.it/pds/primapagina/violenza_stadi/allegati/revisione_dm_18_marzo_96.pdf

http://www.poliziadistato.it/pds/primapagina/violenza_stadi/allegati/decreto_biglietti.pdf

http://www.poliziadistato.it/pds/primapagina/violenza_stadi/allegati/decreto_videosorveglianza.pdf

http://www.poliziadistato.it/pds/primapagina/violenza_stadi/allegati/protocollo_intesa.pdf
Ultima modifica di piadina il ven 01 ago 2014 11:06, modificato 5 volte in totale.
Avatar
Di: Picchio
#12894 io mi chiedo una cosa, ma il Signor Pisanu è mai stato ad una partita di calcio?
Avatar
Di: RealLeo
#12896
Picchio ha scritto:io mi chiedo una cosa, ma il Signor Pisanu è mai stato ad una partita di calcio?


sicuramente si, in tribuna d'onore e senza pagare, facile così!!
Avatar
Di: k
#12898 Biglietti nominali: per impianti al di sopra dei 10mila spettatori (4.000 se al chiuso)

Lo stadio di Cesena ha la capienza ridotta a 10000 posti perchè non in regola con le nuove disposizioni, tornelli, numerazione, video sorveglianza aumentata, omini arancioni........quindi è fuori dalle nuove disposizioni, ossia fino a quando non si sarà adeguato, la capienza resterà a 10000 e non sarà necessario avere i biglietti nominali. Allora mi chiedo, se vado a comprare un biglietto e mi chiedono i documenti, posso rifiutarmi? se al mio rifiuto si rifiutano anche loro di darmi il biglietto posso denunciarli? è possibile applicare una normativa restrittiva quando non è richiesta?
Avatar
Di: strazon
#13406 Penso che il vero motivo della decisione di individuare nominalmente tutti i presenti negli stadi con un posto assegnato sia da ricondurre al fatto che l’Italia che ci piaccia o no è nel mirino del terrorismo internazionale. Gli stadi affollati sono un obbiettivo più che sensibile per chi vuole fare del male al nostro paese.
Poter individuare esattamente tutti i presenti, possibilmente al loro posto, semplificherebbe eventuali indagini per scoprire i colpevoli dell’azione terroristica, la conta delle vittime, i dispersi, i feriti ecc.
Se il disagio (più che evidente) che comporta questa decisione può servire a scoraggiare certe azioni salvando le nostre vite penso ne valga la pena.
Non dovete credere che ogni decisione che viene “dall’alto” sia sempre contro il nostro vivere civile, i nostro nemici sono ben altri.
Avatar
Di: flea
#13414
strazon ha scritto:Penso che il vero motivo della decisione di individuare nominalmente tutti i presenti negli stadi con un posto assegnato sia da ricondurre al fatto che l’Italia che ci piaccia o no è nel mirino del terrorismo internazionale. Gli stadi affollati sono un obbiettivo più che sensibile per chi vuole fare del male al nostro paese.
Poter individuare esattamente tutti i presenti, possibilmente al loro posto, semplificherebbe eventuali indagini per scoprire i colpevoli dell’azione terroristica, la conta delle vittime, i dispersi, i feriti ecc.
Se il disagio (più che evidente) che comporta questa decisione può servire a scoraggiare certe azioni salvando le nostre vite penso ne valga la pena.
Non dovete credere che ogni decisione che viene “dall’alto” sia sempre contro il nostro vivere civile, i nostro nemici sono ben altri.


Dai strazon non mi aspettavo un'uscita come questa da uno che approfondisce sempre i pensieri come te:

1. come potrebbe questo decreto scoraggiare certe azioni? quando chiede il biglietto uno che si chiama "azbar" non glielo dai? quelle sono persone che per colpire si fanno esplodere in mezzo alla folla, se pensano che al telegiornale dicono il loro nome e cognome, si infervorano ancora di piu'
2. come potrebbe nell'eventualità da te descritta salvarci la vita? servirebbe tuttal piu' a scrivere a pennarello il nostro nome su un sacchetto bianco
3. ci son posti ben piu' affollati, dove entra facilmente molta piu' roba; pensa ai concerti popolari oppure anche solo ai piazzali di fronte a tutti gli stadi italiani, che sono affollati come gli stadi 20 minuti prima della partita, e li ci vai senza dare il nome a nessuno
Avatar
Di: 1981
#13494
strazon ha scritto:Penso che il vero motivo della decisione di individuare nominalmente tutti i presenti negli stadi con un posto assegnato sia da ricondurre al fatto che l’Italia che ci piaccia o no è nel mirino del terrorismo internazionale. Gli stadi affollati sono un obbiettivo più che sensibile per chi vuole fare del male al nostro paese.
Poter individuare esattamente tutti i presenti, possibilmente al loro posto, semplificherebbe eventuali indagini per scoprire i colpevoli dell’azione terroristica, la conta delle vittime, i dispersi, i feriti ecc.
Se il disagio (più che evidente) che comporta questa decisione può servire a scoraggiare certe azioni salvando le nostre vite penso ne valga la pena.
Non dovete credere che ogni decisione che viene “dall’alto” sia sempre contro il nostro vivere civile, i nostro nemici sono ben altri.


Mah.....

per me più semplicemente l'obiettivo principale del decreto è "far credere" che gli stadi italiani siano sicuri. Vogliono vincere la candidatura agli Europei, che significa sponsor, soldi a palate, pubblicità----
Avatar
Di: piadina
#13496
strazon ha scritto:Penso che il vero motivo della decisione di individuare nominalmente tutti i presenti negli stadi con un posto assegnato sia da ricondurre al fatto che l’Italia che ci piaccia o no è nel mirino del terrorismo internazionale. Gli stadi affollati sono un obbiettivo più che sensibile per chi vuole fare del male al nostro paese.
Poter individuare esattamente tutti i presenti, possibilmente al loro posto, semplificherebbe eventuali indagini per scoprire i colpevoli dell’azione terroristica, la conta delle vittime, i dispersi, i feriti ecc.
Se il disagio (più che evidente) che comporta questa decisione può servire a scoraggiare certe azioni salvando le nostre vite penso ne valga la pena.
Non dovete credere che ogni decisione che viene “dall’alto” sia sempre contro il nostro vivere civile, i nostro nemici sono ben altri.


Strazon, proprio sabato ho potuto vedere con i miei occhi come funzionavano i biglietti nominali, o meglio quelli degli altri, visto che io sono andato a MN,
Quando tu acquisti un biglietto (SPIEGATEMI POI LA STRONZATA DI CHIUDERE LA PREVENDITA ALLE 17.30, QUANDO TUTTI A QUELL'ORA LAVORANO....) e tu porti anche le analisi delle urine, ti danno un biglietto con un codice (altri avevano il nome sopra... bah)
Tu entri allo stadio, gli steward hanno un lettore ottico (tipo quelli del supermarket) che legge il codice a barre e nel nel display appare il nome di chi ha acquistato quel biglietto!!!
E fin qui nessun problema. Pero' attenzione, solamente a uno su 10 hanno controllato anche il documento! quindi che cazzo di controllo è?!?
Sempre a MN la polizia non sapeva cosa fare (e dicevano, ma allora come funziona sta roba ed io che non sto mai zitto, gli ho risposto: TELEFONATE A PISANU, si sono messi a ridere...), gli steward non riuscivano a capire come mai alcuni biglietti avevano il nome stampigliato, mentre in altri c'era solo un codice.... sembrava addirittura che non volessero fare entrare molte persone..
Tant'è che poi hanno dovuto chiamare un Addetto del Mantova Calcio per cercare di risolvere il problema. (e sabato eravamo poco più di 200).. fpsse stato un derby con il bologna, metà della gente sarebbe rimasta fuori per limiti di tempo.
Ora tu mi parli di stadi sicuri... NON ME NE VOGLIANO GLI AMICI DI MANTOVA, ma pagare 14 euro + prevendita un settore ospiti (che non ha nemmeno un bar, dopo 10 minuti è arrivato un camioncino di cinesi che si è messo all'esterno e ti dava da bere... nn vado oltre che è meglio) è semplicemente un furto

tu mi parli di terrorismo internazionale, non ci sono andato, ma ne ho visto un po' le conseguenze visto che l'autostrada che va a MN per pochi km evita di farti passare da Reggio Emilia. Quella sera c'era Ligabue e sono andate oltre 150.000 persone ad assistere al concerto!!! hanno usato biglietti nominali? hanno controllato borse?!? hanno evitato di dare alcoolici già dal pomeriggio?

O come al solito, solo gli Ultras sono i sorvegliati speciali?
Avatar
Di: strazon
#13524 Devo essere stato frainteso. Non voglio certo dire che basta identificare gli spettatori e si evitano gli attentati, magari! Mi farei identificare anche quando entro nella mia macchina!
Con le tecniche che usano questi qua è ovvio che se vogliono la strage la fanno ovunque ed in ogni momento. Ma dopo un’eventuale attentato identificare subito i morti, i feriti e i dispersi è importante per avvisare i parenti, per non creare inutili preoccupazioni a chi non è rimasto coinvolto, per avere i dati clinici di chi andrà in ospedale ecc. per evitare insomma che come accade spesso dopo settimane non si sa ancora quante persone sono rimaste coinvolte.
Inoltre interrogando chi si sa che si trovava vicino al luogo del fatto, si può raccogliere informazioni utili all’identificazione dei terroristi stessi, cercando i complici, per evitare non quel attentato che è già stato fatto, ma i prossimi che potrebbero essere in preparazione.
Ligabue fa un concerto ogni cinque anni, di partite di calcio se ne giocano decine alla settimana, per il calcolo delle probabilità……………..
Per quel che riguarda gli europei non è solo una questione di sicurezza, gli stadi italiani sono inadeguati come struttura, e se vogliamo le gare in Italia gli stadi sono da rifare completamente.

Av salut
Avatar
Di: 1981
#13527 I tifosi contro il decreto Pisanu - A Milano è andata in scena una nuova protesta contro le norme antiviolenza emanate dal ministro Pisanu. Questa volta sono stati gli ultras rossoneri prima di Milan-Siena a S.Siro a dire la loro. Una serie di striscioni ha accolto l`ingresso delle squadre: `Societa` fallite, folclore vietato, stadi fatiscenti, calcio spezzatino, doping, presidenti truffatori, tasse non pagate. Sono i tifosi il male del calcio? No al decreto Pisanu!"
Avatar
Di: piadina
#13528
1981 ha scritto:I tifosi contro il decreto Pisanu - A Milano è andata in scena una nuova protesta contro le norme antiviolenza emanate dal ministro Pisanu. Questa volta sono stati gli ultras rossoneri prima di Milan-Siena a S.Siro a dire la loro. Una serie di striscioni ha accolto l`ingresso delle squadre: `Societa` fallite, folclore vietato, stadi fatiscenti, calcio spezzatino, doping, presidenti truffatori, tasse non pagate. Sono i tifosi il male del calcio? No al decreto Pisanu!"


a Verona per Chievo-Parma i tifosi hanno messo lo striscione: "Scusate l'assenza ma stiamo facendo il biglietto"
Avatar
Di: piadina
#13552 fonte repubblica.it

'Legge Pisanu, più tifosi negli stadi'
ma ora se ne parlerà in Parlamento





Biglietti nominativi, niente caos: quello che alcuni temevano (o speravano?) non si è verificato. Anche se la legge Pisanu necessita del necessario rodaggio. Ma crescono i consensi. "Al termine della seconda giornata di campionato di calcio della massima serie, svoltasi senza nessun incidente, si registra negli ambienti del Viminale una prudente soddisfazione": questa la nota diffusa dal Ministero degli Interni. "E' verosimile che le misure adottate a seguito dei recenti provvedimenti (del ministro Pisanu, ndr) abbiano decisamente contribuito al risultato positivo".

Restano, è ammesso dalle stesso Viminale, "alcune difficoltà nell'attuazione dei decreti", ma continuerà il lavoro di contatto con i club per risolvere i problemi. Ed è falso, sostengono sempre dal Viminale, che il decreto antiviolenza contribuisca a svuotare gli stadi. "I tifosi non sono scoraggiati. Stiamo verificando, ma credo che ieri ci siano stati più o meno gli stessi spettatori paganti dello stesso periodo dello scorso anno. Anzi la sensazione è che ce ne siano stati di più rispetto alla stessa giornata dello scorso anno", ha spiegato Francesco Tagliente, responsabile dell'Osservatorio per la manifestazioni sportive. "Ieri non ci sono stati incidenti - ha concluso il questore-, nessun ferito, nessuna denuncia e nessuna misura coercitiva". La ricetta di Tagliente è semplice, e l'ha raccomandata anche ai prefetti: "Flessibilità e buon senso".

Pieno consenso anche da parte del sottosegretario Gianni Letta. "Le misure adottate hanno già mostrato i primi effetti. Però bisogna continuare così e lavorare per adeguare tutti gli stadi, perché poi l'indulgenza delle prime giornate verrà sicuramente meno". Ma il presidente del Coni, Gianni Petrucci, pur esprimendo soddisfazione, spiega: "Ora però è necessario controllare i dati sulla presenza degli spettatori per verificare se queste misure abbiano o meno provocato un calo di affluenza". Per il sottogretario Mario Pescante, invece, "il tifoso italiano si abituerà". "Il problema è il solito- ha detto intervendo ai microfoni di Gr Parlamento- i provvedimenti messi in atto corrispondono alle richeste di coloro che chiedevano norme severe per i teppisti e stadi più sicuri". Stasera summit al Viminale, sarà presente anche l'altro sottosegretario Alfredo Mantovano, mentre da domani la materia verrà discussa anche in Parlamento (i Verdi sono contrari ai biglietti nominali, qualche perplessità su alcuni aspetti della legge anche da parte dei Ds).
Avatar
Di: Picchio
#13639 non ho parole, andate a leggere qua sotto!!!

Immagine
Avatar
Di: RealLeo
#13645
Picchio ha scritto:non ho parole, andate a leggere qua sotto!!!

Immagine



una diffida per il posto non rispettato?!?!
ridicolo!!!
Avatar
Di: piadina
#13772 comunicato ufficiale freak brothers terni

Siamo al grottesco, anzi al comico,
sono stati consegnati ad alcuni ragazzi della curva est, degli avvisi della questura di Terni che minacciavano future multe da € 30,00 a € 300,00 più 1 anno di diffida per il mancato rispetto della numerazione, hanno preso di mira chi lanciava i cori, chi suonava i tamburi, chi sventolava le bandiere, ecc., cioè il cuore del tifo, quei ragazzi che stanno a fatica cercando di risollevare una curva, in questi ultimi anni, chirurgicamente privata di tutti coloro attivamente impegnati.
Non dimentichiamoci che la curva e’ un luogo di aggregazione oltre che di sostegno per la propria squadra e senza una minima libertà di movimento non e’ possibile ne’ tifare ne’ stare insieme ai propri amici o alla propria famiglia.
Per rendere ancora più incisiva questa grande azione di polizia, hanno recapitato a mano, a sconvolti e impauriti famigliari, questi assurdi provvedimenti, con tanto di “pantera” sotto le abitazioni.
Siamo a dir poco allibiti, non solo perchè si sta’ attuando quella famosa caccia alle streghe nei confronti degli ultras, cosa che avevamo ampiamente previsto, ma perché non riusciamo a spiegarci come mai, in un’ Italia invasa da mafiosi, pedofili, stupratori, terroristi, corrotti, ecc., in un’ Italia in cui le massime autorità dello stato sono coinvolte in scandali vergognosi, in un’ Italia mortificata dal lavoro nero e da, sempre più gravi, incidenti sul lavoro, le forze dell’ ordine possano avere il tempo e la perspicacia di partorire certi provvedimenti, soprattutto dopo una partita di una tranquillità estrema, nonostante i disagi per le nuove norme.
Abbiamo molto più di un sospetto che ciò si sia verificato solo a Terni, e come al solito veniamo usati come cavie in un disegno molto più ampio, e per questo ci aspettiamo una forte presa di posizione delle istituzioni locali, della Ternana calcio, e degli organi d’ informazione.
Non siamo abituati a piangerci addosso, e siamo pronti a pagare quando commettiamo errori, non vogliamo ne’ sconti ne’ immunità, ma non saremo mai disposti a tollerare abusi, soprusi, e provocazioni, soprattutto da chi usa il proprio potere per dar vita a certi provvedimenti che ci ricordano un periodo buio, drammatico, e vergognoso della storia della nostra nazione.
Una domanda volevamo porre alla gente: “ siete ancora sicuri che a creare problemi siano gli ultras e non l’ incompetenza e la brama di potere di certi personaggi ?
Per le forme di protesta decideremo ….. ma forse “disertare” senza smettere di lottare per adesso e’ l’ unica soluzione.



FREAK BROTHERS

RESISTENZA ULTRAS TERNI